La nuova versione e la prossima generazione dei prodotti Adobe Creative Cloud rappresentano il futuro della creatività. Così almeno afferma Adobe. Verranno rilasciati  strumenti più potenti, estendendo la creatività oltre il desktop e consentendo ai creativi di approcciare nuovi media come la voce e la realtà aumentata.

Gli annunci di Creative Cloud seguono tre temi principali:

  • Accelerare il lavoro rendendo gli strumenti più facili da usare, impiegando l’intelligenza artificiale per semplificare le attività che richiedono tempo e ripetitività.
  • Liberare la creatività: lo sviluppo di un prodotto creativo non avviene solo alla scrivania e non si limita all’uso di un solo strumento. Saranno sviluppati strumenti in grado di lavorare su diversi sistemi: desktop, tablet, smartphone, web. Con la possibilità di condividere e di lavorare sullo stesso documento sui vari hardware.
  • Puntare sui nuovi media: la realtà aumentata sta acquisendo sempre maggiore importanza nello sviluppo di progetti creativi. 

Qualche esempio:

Premiere Rush CC, progettato specificamente per i creatori di video online, consente in un’unica applicazione di girare il video, post-produrlo, inserire elementi grafici e pubblicarlo senza soluzione di continuità sui canali social desiderati come ad esempio Youtube o Instagram. Utilizzare Premiere Rush CC e pubblicare video di qualità professionale è semplice: i creatori di contenuti non devono essere necessariamente esperti videomaker. Premiere Rush CC sfrutta la potenza di Premiere Pro CC e After Effects CC, offre un accesso integrato ai modelli di Motion Graphics professionali di Adobe Stock e dispone di una funzione di auto-duck basata su Adobe Sensei per regolare la musica e normalizzare il suono. Vi è possibile accedere da qualunque dispositivo, permettendo agli utenti di creare progetti video convincenti, ottimizzati per la condivisione sui social, su un dispositivo e pubblicare poi il contenuto da un altro device, mantenendo coerente l’esperienza utente su desktop e dispositivi mobili.

L’azienda sta lavorando (e ha presentato in anteprima) a Photoshop CC per iPad, un’app che offre tutta la potenza, le prestazioni e la precisione di Photoshop ma con un’interfaccia gestuale. Si può iniziare a lavorare il file con Photoshop per desktop continuando a sviluppare lo stesso file PSD su più dispositivi portatili. Photoshop su iPad sarà disponibile nel 2019 (vedi il post “Photoshop CC sbarca su iPad“).

L’azienda sta lavorando anche al Project Gemini, un’applicazione di disegno e pittura mobile basato su Photoshop, con pennelli Live che imitano i media naturali come pittura ad olio e acquerelli. Project Gemini sarà disponibile su iPad nel 2019.

Gran parte della vita quotidiana coinvolge un’interfaccia digitale e l’esperienza dei designer gioca ora un ruolo centrale in ogni azienda. La nuova versione di Adobe XD, l’applicazione di progettazione e prototipazione, include i miglioramenti più richiesti dagli utenti. La funzione Auto-Animate semplifica la creazione di design dinamici e accattivanti con elementi che si muovono e si trasformano quando gli utenti interagiscono con essi. I progettisti possono collegare simboli tra i documenti e condividere più facilmente le specifiche di progettazione con gli sviluppatori. Inoltre, nuovi comandi vocali e trigger di riproduzione, basati sulla tecnologia Sayspring, consentono ai progettisti di creare prototipi per dispositivi vocali come Amazon Echo.

 

Adobe ha anche presentato in anteprima Project Aero, un nuovo strumento che semplifica la creazione di contenuti basati sulla realtà aumentata. Con Aero, i designer possono utilizzare gli strumenti che già conoscono, come Photoshop e Dimension, per progettare un’esperienza del tutto nuova. Aero sfrutta Adobe Sensei, lo strumento di intelligenza artificiale in grado di ridurre la complessità tecnica nella produzione di contenuti basati su AR.

Adobe ha anche reso disponibili tutti i caratteri della libreria Adobe Font sia per l’utilizzo sul Web che per il desktop. Si tratta di circa 15.000 caratteri disponibili a tutti gli abbonati Creative Cloud. E sta lavorando per fornire nuove funzionalità di ricerca basate su Sensei in ​​Adobe Stock.

La produttività raggiunge livelli senza precedenti con Adobe Sensei

Nella versione 2019 di Creative Cloud sono oltre 12 le funzionalità potenziate dall’AI Adobe Sensei sia all’interno della applicazioni di Adobe Creative Cloud, Document Cloud e Experience Cloud. Tra queste figurano:

• Estensione della funzionalità di Riempimento contestuale in Photoshop CC in grado di offrire maggiore precisione e controllo, consentendo di risparmiare tempo nelle attività di photo-editing.
• Una nuova opzione di Adattamento contestuale in InDesign CC che rileva in modo intelligente l’immagine e la adatta automaticamente alla cornice.
• Nuove sfumature Freeform in Illustrator CC per effetti più naturali.
• Un nuovo strumento all’interno di Character Animator CC, Characterizer, che trasforma ogni figura in un personaggio animato unico.

Progettata per rendere i creativi più efficaci e potenziarne la produttività, la release Creative Cloud 2019 garantisce prestazioni migliori, semplicità di utilizzo, una sempre maggiore integrazione tra applicazioni, opzioni per la collaborazione intuitive e un accesso più rapido a risorse e servizi. Tra le nuove funzionalità, Adobe sta ottimizzando l’esperienza di avvio in-app per accelerare l’accesso alle app.

Ulteriori miglioramenti del flusso di lavoro includono un Pannello della Proprietà sensibile al contesto in InDesign CC per visualizzare le diverse opzioni in base all’oggetto selezionato, estensione del comando Annulla e ridimensionamento automatico in Photoshop CC, una barra degli strumenti personalizzabile in Illustrator CC e una moderna interfaccia utente in Bridge CC con supporto per caricamenti collettivi delle librerie. Gli abbonati a Creative Cloud hanno anche il nuovo Adobe Acrobat DC, che offre un modo completamente rinnovato di condividere file, farli modificare e approvare senza inviare allegati via mail.

Per finire, Adobe ha annunciato che quasi tutti gli applicativi della Creative Cloud hanno avuto piccole o grandi modifiche che li rendono più potenti e semplici da usare. Ecco in sintesi in una slide tutt’e le novità Adobe:

Leggi qui le novità per Lightroom Classic CC e Lightroom CC.

 

300x250
Ti potrebbero piacere anche:

2 Comments

  1. […] Libera la creatività con i nuovi applicativi Adobe presentati al MAX […]

  2. […] Libera la creatività con i nuovi applicativi Adobe presentati al MAX […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.