Ponte di Legno metà febbraio. Notte bella senza nubi. Cielo stellato. Si decide di fare un’uscita per fotografare i paesaggi notturni e le stelle, anche se la temperatura esterna è di ben dieci gradi sotto lo zero. Fa freddo, ma la passione è tanta. Io con la mia fidata Fujifilm X-E3 e mio genero (con cui condivido la passione per la fotografia) con la sua Canon 5D MK3. Queste sono le mie foto, sia in bianco e nero sia a colori. 

Ponte di Legno e la pista di sci illuminata

Ma non son tutte rose e fiori. Proprio quel giorno le piste di sci di Ponte di legno sono illuminate a giorno per lo sci in notturna. Una luce fortissima, che illumina ogni angolo della valle. Che fare. Si guarda il meteo: per i giorni successivi era previsto cielo coperto. E allora? Allora zaino fotografico in spalla e via a cercare un angolo con poca luce. 

Villa Da Legno

Anche verso Villa da Legno l’inquinamento luminoso è tanto, ma il panorama con il cielo stellato è bello.

Proviamo a cercare un’altra angolatura, tra Ponte e Villa escludendo le piste da sci.

È quasi mezzanotte quando decidiamo di tornare. Le mani sono talmente intirizzite che non le sentiamo più. Sulla strada del ritorno, come d’incanto, si spengono le luci delle piste di discesa e magicamente si accende un meraviglioso cielo. Troppo bello. Che grande tentazione. Ma oramai abbiamo troppo freddo. Col rimpianto nel cuore ci diciamo che sarà per la prossima volta.

Secondo voi, queste foto sono più belle a colori o in bianco e nero?

Flower-728x90.jpg
Ti potrebbero piacere anche:

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.