Zola Jazz&Wine, l’ormai tradizionale rassegna estiva promossa dal Comune di Zola Predosa compie vent’anni, e quest’anno torna con un programma d’eccellenza, sotto l’accurata direzione artistica e l’organizzazione di Egea, etichetta discografica jazz, e nello specifico saranno Carlo Maver e Claudio Carboni ad occuparsi del nuovo cartellone della XX edizione della rassegna.

Il Festival che coniuga natura, buon vino e il grande jazz anche quest’anno busserà alle porte delle 5 cantine vitivinicole di Zola Predosa.

Per quattro weekend, dal 15 giugno al 6 luglio, la rassegna offrirà ancora una volta un’esperienza magica e indimenticabile sulle colline del Pignoletto, direttamente tra i filari delle vigne, sotto la luce calda del tramonto e dissetati dal prezioso vino del territorio, sempre più riconosciuto a livello nazionale e internazionale. Ben cinque appuntamenti, di cui tre pic-nic e due concerti in cantina, da sentire con il corpo e con la mente.

I tre concerti in vigna si svolgeranno in una cornice emozionante, eseguiti da grandissimi artisti che si uniscono per restituire al pubblico sonorità originali. Ad arricchire le serate saranno i cestini firmati dallo chef stellato Marcello Leoni, fiore all’occhiello della ristorazione bolognese che, per l’occasione, collaborerà con la giovane realtà zolese, “La Mandria” Burger Bar di Zola Predosa. Verranno proposti ottimi hamburger con i migliori prodotti del territorio, inoltre, ogni cestino avrà la nota di sapore di un vino scelto dalla cantina che ospiterà il concerto.

Le serate in cantina non saranno da meno, in contesti esclusivi come terrazze e aie di campagna e sotto le note di concerti di ricerca, la proposta gastronomica sarà a cura di Sardina- La Bottega di Mare, che proporrà dei finger food di pesce.

Sabato 15 giugno si apre in bellezza nella vigna della storica azienda Vigneto delle Terre Rosse, alle 19.00, con il concerto per 5 sax, piano, contrabbasso e batteria dei Further Definition Combo, con Cristiano Arcelli al sax alto, Riccardo Baldi sempre al sax alto, Marco Ferri e Giovanni Contri al sax tenore, Michele Vignali al sax baritono, Nico Menci al pianoforte, Francesco Angiuli al contrabbasso e Enrico Smiderle alla batteria. Il concerto, sarà un omaggio a Benny Carter, maestro del sax alto, che stilisticamente ha rappresentato un ponte tra lo swing e il bebop.

Il secondo appuntamento si svolgerà, sabato 22 giugno, presso la vigna dell’Azienda Bortolotti, sempre dalle 19.00, con un esclusivo trio: Nico Gori Trio, capitanato dal famoso sassofonista-clarinettista Nico Gori, storico collaboratore di Stefano Bollani, con due giovani talenti del jazz italiano, il toscano Michelangelo Scandroglio al contrabbasso e il siciliano Sergio Aloisio Rizzo alla chitarra. Il trio regalerà un concerto dal timbro espressivo dell’unione chitarra -clarinetto e proporrà rivisitazioni di alcuni dei più celebri standard del songbook americano e alcuni brani della tradizione jazzistica, lasciando libero spazio all’improvvisazione e all’interplay.

Presso la cantina Manaresi, sabato 29 giugno, alle 19.00, nella bellissima terrazza che si affaccia sul magnifico panorama del tramonto sulle vigne, la serata si apre con degustazioni dei vini della cantina e una proposta gastronomica di Sardina- la Bottega di Mare. A seguire, alle 21.00, si potrà godere di un elegante concerto eseguito da un trio tutto al femminile, Silvia Donati Trio, con Silvia Donati alla voce, Francesca Fattori alla chitarra e Camilla Missio al contrabbasso. Il trio ripercorrerà i momenti più significativi della carriera di Billy Holiday e Nina Simone. Il suono scarno ed avvolgente, voce, basso e chitarra si mescoleranno per dare alle canzoni una nuova prospettiva.

Venerdì 5 luglio alle 19.00, nell’aia dell’Azienda Gaggioli Vini, degustazione dei vini Gaggioli accompagnati dalle proposte di pesce di Sardina- La Bottega di Mare. Alle 21.00 i Bartoli-Landscape trio eseguiranno il nuovo lavoro discografico del contrabbassista Roberto Bartoli appena pubblicato dalla prestigiosa etichetta Dodici Lune, candidato a “Miglior disco di jazz italiano” per il 2019. Poesia e grande senso melodico sono i tratti salienti di quest’opera, già acclamata come una delle più interessanti uscite discografiche dell’anno ed impreziosita dal magistrale apporto di Daniele Santimone alla chitarra e Stefano Bedetti al sassofono.

Sabato 6 luglio, presso la vigna dell’Azienda Lodi Corazza, ci sarà l’ultimo appuntamento della rassegna, sempre alle 19.00, con il concerto per chitarra e fisarmonica Joe Pisto Fausto Beccalossi “Interplay”, con Joe Pisto alla chitarra e Fausto Beccalossi alla fisarmonica. Tango, jazz e musica mediterranea saranno la tavolozza musicale del Duo che si apre alle due Americhe e si anima di lirismo passionale e ritmo impetuoso, trascinando gli ascoltatori verso una dimensione fortemente evocativa.

Prosegue infine la collaborazione con il Centro Socio Culturale S. Pertini che rende omaggio alla ventennale rassegna con un appuntamento speciale: Il Jazz corre sulla Bazzanese, venerdì 21 giugno, che vedrà alle 21.00 l’esecuzione di un quintetto tutto locale, il Pertini Zola Jazz Club, con ospiti di eccezione a sorpresa, anticipato da un gustoso aperitivo a base di crescentine e prodotti tipici a partire dalle ore 19.00.

Per informazioni e prenotazioni clicca quiclicca qui.

300x250
Ti potrebbero piacere anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.