• Ven. Feb 26th, 2021

Immagina Oltre

Fotografia, Viaggi, Escursionismo e un po' di tecnologia utile

Trovare l’anima gemella grazie ad app con l’intelligenza artificiale? Scopriamolo su Storie Digitali @Museoscienza

DiPanzeri

Feb 17, 2021

Sabato 20 febbraio, su Storie Digitali @Museoscienza, la rubrica curata da Luca Roncella – Responsabile Gaming & Digital Interactivity #RitornoalFuturo, continua il suo viaggio tra intelligenza artificiale e Big Data: nel terzo appuntamento capiremo come trovare l’anima gemella. La persona dal futuro che incontreremo, spiegherà infatti come l’evoluzione di app per device portatili guidate dall’intelligenza artificiale, sarà in grado di catturare il nostro subconscio digitale (abitudini di acquisto, messaggi, posti del cuore, canzoni, film e attori preferiti) al fine di individuare la persona perfetta per noi. L’app potrà quindi usare questi dati, non solo per capire chi siamo e chi stiamo cercando, ma ci guiderà addirittura tra le braccia del nostro futuro partner come se tutto fosse successo per puro caso.

#RitornoalFuturo è sviluppata in collaborazione con il Centro Comune di Ricerca (JRC) della Commissione Europea.

Gli altri appuntamenti

Giovedì 18 è la giornata dedicata all’approfondimento con#StorieAttualità, l’appuntamento in cui si parla di attualità scientifica insieme a Barbara Gallavotti, giornalista scientifica, autrice di Superquark RAI e consigliere per il coordinamento scientifico del Museo. Il 18 febbraio il tema è se vaccinare o meno chi è già stato infettato, riflettendo su cosa succede somministrando la dose a chi è già entrato in contatto con il nuovo coronavirus.

Lunedì 22 febbraio, penultimo appuntamento con la rubrica #StorieScelte per la serie di brevi documentari Meccanica di una mostra, il racconto, a cura del regista documentarista Francesco Clerici, della nascita delle Gallerie Leonardo. Online questa settimana il decimo episodio dal titolo L’ascesa della geometria. Assemblaggio dell’icosaedro elevato vacuo, in cui si mostra il modello di uno dei solidi platonici disegnati da Leonardo verso il 1496 per il trattato De Divina Proportionedell’amico matematico Luca Pacioli, diventato simbolo e introduzione delle Gallerie Leonardo.

L’intero progetto è stato presentato online dal Direttore Generale del Museo, Fiorenzo Galli, attraverso un video (qui sotto) in cui ha spiegato l’importanza di un’operazione culturale di questo valore, dedicata a una figura eclettica come Leonardo. Simbolo di curiosità e sete di conoscenza, da Vinci è infatti un perfetto testimone della contemporaneità, grazie a quella stessa multidisciplinarità che lo accomuna al Museo.

Le Storie Digitali @Museoscienza sono ogni settimana online sul sito web del Museo www.museoscienza.org e sui canali social Facebook, Instagram e Youtube per continuare nel loro percorso a sostegno della diffusione della cultura

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.