San Giovanni in Montorfano è un bellissimo paesino arroccato sull’omonimo monte tra Fondotoce e Gravellona Toce. Per arrivarci bisogna imboccare la stretta strada subito dopo la stazione di Verbania-Pallanza, sulla destra della via che conduce da Fondotoce a Gravellona Toce. Sono pochi chilometri in salita e si arriva alla sterrata all’ingresso del paese. Ma cosa c’è di bello da vedere a Montorfano? Innanzitutto il tranquillo paesino, molto bucolico. Poi la chiesa romanica. E, dopo un breve percorso a piedi, il belvedere mozzafiato sul Lago Maggiore. 

San Giovanni in Montorfano sorge su uno sperone granitico sulle propaggini del monte omonimo e in posizione dominante il Lago Maggiore. Il nome stesso del monte (Monte Orfano) indica la sua peculiarità di monte solitario, dovuta alla sua origine geologica, essendo costituito di granito, modellato dall’azione dei ghiacciai.

Gioiello di San Giovanni è la chiesa romanica edificata tra l’XI e il XII secolo e dedicata a San Giovanni Battista. La chiesa si presenta a pianta a croce latina (unico esempio nella zona) con un tiburio ottagonale il cui lanternino è ornato da una monofora a tre bifore.

L’interno è semplice ma suggestivo ed è il risultato di un restauro filologico che ha riportato la chiesa alle sue caratteristiche originali eliminando gli orpelli realizzati tra il XVII e il XX secolo. 

Nell’abside in pietra a vista si conserva l’altare del 1724 e il dipinto di Luigi Reali che raffigura la Madonna col Bambino tra San Giovanni Battista e San Rocco.

L’antico fonte battesimale paleocristiano, uno dei pochi visibili in Italia

Percorrendo poche centinaia di metri su un sentiero ben tracciato si arriva poi al belvedere. Come detto la vista sul Lago Maggiore è impressionate.

300x250
Ti potrebbero piacere anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.