Come ti è sembrato il post?

San’Antonio Abate o si ama o si odia. È una chiesa poco conosciuta nascosta in una via (via Sant’Antonio) vicino alla Statale di Milano. Non è una chiesa dalle mezze misure. Opulenta e sfarzosa è però anche pochissimo illuminata e quindi un po’ tetra. Però è un capolavoro.

Il complesso di Sant’Antonio Abate ha origine da un ricovero per ammalati di “fuoco sacro” sotto nel 1127. Nel Trecento i frati Antoniani furono chianti a dirigerlo. Con la riunione di tutti i servizi sanitari nella Ca’ Granda, ad opera di Francesco Sforza, il convento perse la sua funzione e fu affidato Alla famiglia Landriani e poi ai Trivulzio. Net 1575 subentrarono i padri Teatini, che incaricarono Dienigi Campazzo della ricostruzione della chiesa. New 1584 I’edificio assunse la sua struttura attuale con pianta a Croce latina e profondo coro rettangolare, tipico delle chiese conventuali. La semplicità della pianta e il quasi spoglio prospetto neoclassico, contrastano con la ricchezza decorative dell’interno, realizzata in tempi successivi, che ne fa uno dei gioielli del Barocco lombardo a Milano.

L’ingrasso un po’ nascosto della chiesa
L’interno della chiesa
La vista dall’altare maggiore
Gli affreschi delle volte della navata e del transetto sono opera di Giovanni Carlone e Giovanni Battista Carlone e furono realizzati nel 1631
Gli affreschi della volta raffigurano la storia della Croce
Eraclio riporta la Croce a Gerusalemme;
La Prova della vera Croce
La Croce appare a Costantino
Trionfo della Croce sulla volta del transetto
Sulla cantoria lignea in controfacciata, si trova l’organo a canne opus 106 dell’organaro monzese Livio Tornaghi, costruito nel 1865.
L’organo è a trasmissione integralmente meccanica, con un’unica tastiera di 58 note ed una pedaliera dritta di 17
Sant’Antonio Abate
Tanzio da Varallo, volta dell’Ascensione

 

Per favore, segnalaci su:
,
Ti potrebbero piacere anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.