Si fa presto a dire Natale. Abeti decorati, presepi, addobbi luminosi, profumi inebrianti, musiche e cori… qualsiasi associazione di pensiero possa venire immediata, nel Baden-Württemberg c’è di più. La stessa varietà offerta tutto l’anno dalle città storiche e dai borghi antichi di questo soleggiato lembo verde, ora magicamente imbiancato, del Sud della Germania, la ritroviamo nei suoi celebri mercatini di Natale e negli appuntamenti d’Avvento. Dal Medioevo al Barocco, ogni splendida cornice architettonica ospita bancarelle diverse, radunate in piazza, nei chiostri dei conventi o nei cortili dei castelli, ma tutte ridondanti di addobbi e idee regalo originali, espressione di un artigianato antico non di rado reinterpretato in chiave moderna. Giocattoli, utensili e addobbi di legno, candele profumate, palline e puntali di vetro soffiato, calde pantofole in lana cotta, statuine del presepe, pupazzetti, formine per i biscotti, sonagli, pifferi, ghirlande, ceramiche, sciarpe, guanti e cappelli, bigiotteria… ma anche vin brulé, succo di mela caldo, lecca-lecca, croccanti, panpepato e altre leccornie di stagione. Ce n’è davvero per tutti i gusti.

Ecco qualche idea, per orientarsi in tanta magia.

Nella regione di Stoccarda, da non perdere –oltre naturalmente ai mercatini del capoluogo, tra i più antichi d’Europa, con ben 280 stand sparsi per la città dal 27/11 al 23/12 e persino un Villaggio di Natale in perfetto stile finlandese- quelli di Ludwigsburg, regno del cosiddetto “Barocco in fiore”. In una cornice unica ed elegante, le casette di legno rispettano l’impianto urbanistico ideale caratteristico della città e della sua residenza barocca con i suoi parchi e giardini. Un vero spettacolo, in scena dal 26/11 al 22/12. Sullo sfondo delle case a graticcio, il mercatino di Esslingen (26/11-22/12) è il pretesto per un tuffo nel Medioevo, con tanto di artigiani all’opera, trampolieri, giocolieri, giullari e sputafuoco in giro per i vicoli.

Tra le Alpi Sveve, obbligatorio un salto al castello Hohenzollern di Hechingen per godersi le atmosfere regali del caratteristico mercatino, dal 29/11 all’1/12, tra atmosfere fiabesche e sapori d’epoca. All’ombra della torre campanaria più alta del mondo, sono 130 le bancarelle del mercatino di Ulm, infinite invece le attrazioni della città affacciata sul Danubio. E poi una chicca per gli amanti del cioccolato: dal 3 all’8 dicembre a Tübingen va in scena ChocolART, festival dell’arte cioccolataia con corsi e degustazioni.

In Foresta Nera, imperdibile il mercatino di Friburgo (21/11-23/12) i cui stand, distribuiti nei luoghi più belli del centro storico, non fanno che accrescere –in un tripudio di luci, suoni e profumi- lo splendore della città. Atmosfere magiche e un po’ nostalgiche a Baden-Baden, elegante località termale i cui fasti non accennano a scemare. La fiaba del Natale va in scena dal 28/11 al 6/1 e punta tutto su romantici giochi di luci. A Gutach, un viaggio nel Natale di tanti anni fa: in occasione della terza domenica d’Avvento (13-15/12) il museo contadino all’aperto Vogtsbauernhof si veste a festa. Sui banchetti, specialità della Foresta Nera, oggetti di artigianato e dolci fatti in casa.

Girovagando tra il Lago di Costanzae l’Alta Svevia, tappe obbligate sono il mercatino di Natale di Costanza (28/11-22/12), disteso dal nucleo storico della città alle rive del lago e con una “dependance” sull’acqua: a bordo di un battello illuminato a festa, un panificio tradizionale lavora a pieno ritmo per offrire fragranti specialità locali e di stagione. Tra i must, la fonduta di formaggio di malga. In occasione della prima domenica di Avvento (28/11-1/12), gli interni dell’ex convento di Ochsenhausen si trasformano in un piccolo borgo del Natale, pervaso dai profumi speziati di mele cotte e panpepato e dalle note toccanti della musica d’organo. E per aggiungere magia alla magia, si può prediligere di raggiungere il sito a bordo di uno sbuffante treno storico a vapore.

Nel Baden-Württemberg settentrionale, infine, da mettere in agenda i mercatini di Heilbronn (26/11-21/12) con tante golosità e una bellissima giostra ultracentenaria, grande attrazione per i piccoli, quelli di Heidelberg (25/11-22/12) con 140 bancarelle distribuite sulle 5 più belle piazze della città storica e quelli di Bad Wimpfen, tra i più caratteristici di tutta la Germania, che invitano a una passeggiata nel passato, nel XV secolo (29/11-1/12, 6-8/12 e 13-15/12).

Natale di design

Accanto ai grandi classici del Natale, nei mercatini del Baden-Württemberg da qualche tempo trovano ampio spazio anche la creatività e il design moderni. Dai gioielli artigianali ai capi d’abbigliamento cuciti a mano, dai mobili restaurati e reinventati agli oggetti di uso comune riconvertiti con fantasia, dal vintage al riciclo è possibile trovare i regali più originali. Ecco qui 6 indirizzi per uno shopping natalizio di design e d’artista. Innanzitutto il Meihnachtswarkt di Friburgo, ospitato nel Café Pow, nel Grünerhof. Atmosfere familiari e accoglienti, per un mercatino “su misura”, allestito tutte le sere tranne la domenica. Da giovedì a sabato è protagonista il design. Dal 24/11 al 22/12. In Marienplatz a Stoccarda, enormi tipì indiani dal 30/11 al 9/12 si trasformano in uno scrigno d’idee per regali rigorosamente fatti a mano. Anche da voi, volendo, grazie ai laboratori proposti. Tra le proposte alternative di Stoccarda, anche l’Holy Shit Shopping, mercato anticonformista itinerante che approda in città il 22 e 23 dicembre, alla Phoenixhalle. Atmosfere hipster e street food per un’esperienza ben oltre lo shopping puro e semplice. Il mercatino di design Schöne Bescherung di Pforzheim (1 e 2 dicembre), che raduna nel Kreativzentrum Emma, quartier generale di artisti e creativi che qui hanno i propri atelier, una trentina di designer locali, è garanzia assoluta di poter mettere sotto l’albero pacchetti davvero originali. Il 6 e 7 dicembre, la Tollhaus di Karlsruhe apre le porte ad artisti, artigiani e designer. Si chiama Lametta ed è un evento non-solo-shopping, con proiezioni, zuppa calda e vin brulé e persino un dj-party.

Buon Natale, Natale buono

Nel Natale del Sud non mancano naturalmente le dolci (ma non solo) tentazioni. Impossibile resistere… Prima ancora di arrivare alle bancarelle e alle botteghe, si è sedotti dai profumi delle Feste, che inondano l’aria tutt’attorno ai mercatini. Le narici inseguono l’aroma di cannella, anice stellato, chiodi di garofano, zenzero… e non puoi sbagliare strada. Né resistere all’Hutzelbrot (tipico pandolce integrale alla frutta), ai Dambedei (simili nell’aspetto agli omini di pan di zenzero, ma realizzati con pasta lievitata, uvette per gli occhi, una mandorla per la bocca e noci per bottoni), agli Spingerle (biscotti di Natale decorati con speciali stampini), al Neujahrsbrezel (speciale brezel gigante di Capodanno) o al Reutlinger Mutschel (un pane dolce bellissimo e buonissimo, lavorato a forma di stella a otto punte, rigorosamente decorate da rose di pasta).

Natale… in bianco

Le vacanze di Natale sono un’occasione stuzzicante, oltre che per godere delle atmosfere dell’Avvento in città di storico fascino, per regalarsi un soggiorno sulle nevi del Baden-Württemberg, con o senza sci. Sono tanti i comprensori dove concedersi passeggiate, sport o semplice relax, immersi in paesaggi intonsi e silenzi ovattati. Qualche idea? Il birdwatching sul Lago di Costanza, nel cui territorio svernano oltre 250.000 uccelli. La corsa con le slitte trainate dagli Husky sulle nevi sveve. La passeggiata ad anello “Schneewalzer” nelle Alpi Sveve: 5 chilometri di panorami mozzafiato, ora luccicanti di neve. Lo snowkite in Foresta Nera. Una notte in un carrozzone del circo, sotto un tipì indiano, in una jurta e negli altri insoliti alloggi dell’Hofgut Hopfenburg, singolare agriturismo aperto anche d’inverno. Lo slittino a tutta velocità giù dal Feldberggipfel, in Foresta Nera. Sempre in Foresta Nera, in diverse stazioni in quota sono a disposizione le ski bike: un po’ pattini, un po’ slittini ma con l’aria di buffe biciclette, per un divertimento assicurato. Per un approccio più lento e meditativo con la natura, perfette le escursioni con le racchette da neve in Algovia.
http://www.tourism-bw.com

Un angolo di Svezia a Mainau

Rose, tulipani e dalie ora dormono nelle loro aiuole. Eppure l’isola-giardino di Mainau non manca di incantare, semplicemente indossa altri colori. Gli alberi hanno ceduto le loro foglie ma si sono trasformati in splendide sculture, ricami contro il cielo. Le siepi artistiche, le piante ornamentali, le macchie di perenni e arbusti completano il fascino di questo giardino d’inverno, in mezzo al lago di Costanza. La natura sonnecchia, ma solo lei: a Mainau durante l’Avvento (14/11-6/1) esplode la festa. In perfetto stile nordico: i conti Bernadotte hanno infatti origini svedesi e non mancano di proporre, soprattutto a Natale, le proprie tradizioni. A partire dalla tavola, dove approda ora lo Julbord -golosissimo e ricco buffet a base di prodotti e ricette tipici- e il Glögg scorre a fiumi. Quest’anno, per la prima volta, esordisce al castello barocco anche un piccolo, esclusivo mercatino di Natale, vetrina di tutte le eccellenze dell’artigianato svedese: tessuti, vetro, i tipici cavallucci rossi, giocattoli in legno, articoli di design ecc. E se una passeggiata tra i giardini incantati scalda il cuore, ma lascia comunque intirizziti, ecco dove concedersi una pausa ritemprante: nella Casa delle Farfalle, dove gustare un caffè avvolti dal clima tropicale, oppure nelle sale espositive del castello, che dal 18 ottobre al 9 febbraio ospitano la mostra interattiva “SIKU-Modelfahrzeuge”. Dedicata ai modellini del noto marchio, non mancherà di attrarre bambini e sempre-bambini con le miniature di automobili, camion, mezzi agricoli, di soccorso, da cantiere e militari.

Di usanza in usanza all’Europa-Park

Torna l’apertura straordinaria invernale –dal 23 novembre al 6 gennaio, con l’esclusione del 24 e 25 dicembre, e poi di nuovo l’11 e 12 gennaio- e quindi l’occasione di un divertente viaggio nel vecchio continente, di attrazione in attrazione, avvolti dalle atmosfere delle Feste. Dalla Francia all’Italia, dall’Olanda alla Grecia passando per tutte le altre ambientazioni, una moltitudine di abeti coperti di neve e addobbati con oltre 10.000 palline e migliaia di luci contribuiscono al magico look di stagione del parco. Nelle 15 aree, oltre ad architetture, atmosfere, vegetazione e gastronomia si incontreranno anche usanze diverse. Per l’occasione, il parco ospiterà diversi mercatini di Natale e un ricco programma di intrattenimenti e spettacoli. Condizioni climatiche permettendo, saranno aperte anche molte delle attrazioni e sarà possibile dare una sbirciatina a quelle in arrivo nel 2020, mentre il 28 novembre apre i battenti l’attesissima Rulantica, nuova area acquatica in stile nordico, ispirata all’omonima isola-leggenda. Tante anche le parate e gli show dal vivo, tra cui “The Son of Santa Claus”, spettacolo a tema sul ghiaccio, e la ”Winter Starlight Parade”, luccicante parata di carri natalizi. E a far festa è anche il palato, con infinite seduzioni gastronomiche, dalla cucina tradizionale a quella di alto livello. https://www.europapark.de/it

Tra sacro e profano, avvolti dalla storia

Dalle ambientazioni aristocratiche a quelle mistiche, sempre di grande atmosfera i mercatini proposti da ville, dimore storiche, abbazie e conventi dell’associazione Staatliche Schlösser und Gärten Baden-Württemberg. Dietro le bancarelle, storie di grandi uomini e donne di cui non sbiadisce il ricordo e l’occasione di ammirare luoghi unici e scoprirne segreti e aneddoti. E’ il caso per esempio della cappella funeraria fatta erigere sul monte Württemberg a Stoccarda da Re Wilhelm I, in ricordo dell’amata moglie Katharina morta prematuramente. Per fare spazio al monumento, ora magicamente illuminato e luogo-simbolo per gli innamorati, fece persino radere al suolo il castello di famiglia… Tra i mercatini a corte assolutamente da non perdere, nel primo weekend d’Avvento, quello nel complesso barocco di Salem, ex convento cistercense -oggi castello- immerso in un magnifico parco-giardino. Per non parlare del commovente gioco di luci che per tutto il periodo dell’Avvento impreziosisce ancor più le nobili architetture del castello di Schwetzingen. Sulle bancarelle specialità ed eccellenze locali, in calendario molte iniziative collaterali. In aggiunta alle sue atmosfere fiabesche, in occasione del mercatino di Natale il castello di Weikersheim propone, per i più piccoli, letture di fiabe. Per i grandi, un tripudio di luci, profumi e sapori, oltre all’occasione di acquisti originali. La luce fioca delle candele, il profumo dei biscotti appena sfornati, il gusto delle specialità di fine anno, le note dei jingle e il rintocco festoso delle campane… è un Natale dei sensi e dell’anima quello in scena nel complesso monastico di Maulbronn, gioiello Unesco. Un appuntamento fortemente consigliato, il 7 e 8 dicembre.

Il Baden-Württemberg in breve

La regione del Baden-Württemberg, nel sud-ovest della Germania, confina con Francia e Svizzera ed è facilmente raggiungibile dall’Italia in auto, treno o aereo. Land tra i più popolosi del Paese, vanta diversi primati: è la regione con il maggior reddito pro-capite della Germania e quella con il miglior sistema scolastico, è conosciuto per l’eccellente offerta culturale, così come per la lunga tradizione termale, i vini i e la cucina gourmet. Una delle aree più visitate della Germania, offre una grande varietà di panorami e paesaggi, che vanno dagli incontaminati boschi della Foresta Nera alla vivacissima Stoccarda, fino al Lago di Costanza. Che si tratti di una vacanza-benessere o di un soggiorno attivo, viaggi con bambini o vacanze culturali, esperienze culinarie o grande shopping, il Baden-Württemberg è pronto a dare il benvenuto. Per maggiori informazioni sulla regione e sulla sua offerta turistica clicca qui.

ON1 Photo RAW 2019.5 - The Best Alternative to Lightroom and Photoshop
Ti potrebbero piacere anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.