Come ti è sembrato il post?

Che dire: Pesepoli è Pesepoli. C’è tutta la storia e la cultura di un grande popolo e di una grande nazione: la Persia. Persepoli fu una delle cinque capitali dell’Impero achemenide, con Babilonia, Ecbatana, Pasargadae e Susa. Si pensa che la costruzione della città sia da attribuire a Dario I che face iniziare i lavori nel 515 avanti Cristo. Dario I ordinò la costruzione dell’Apadana e della Sala del Consiglio (Tripylon o la “Porta Tripla”), del principale Tesoro imperiale e dei suoi dintorni. Questi edifici vennero però completati durante il regno di suo figlio, Serse I. La costruzione degli edifici sulla terrazza continuò fino alla caduta dell’impero achemenide. Persepoli fu conquistata e distrutta da Alessandro il Grande.

Eccoci sulla spianata: in fondo si vede la scalinata che porta sulla terrazza di 440×300 metri dove ci sono le rovine di Persepoli e che sta a 14 metri sul livello del terreno circostante.
La scalinata che porta alla terrazza è stata appositamente studiata per non affaticare chi (una volta erano i dignitari o gli ospiti importanti) doveva raggiungere la terrazza. Gli scalini sono larghi e bassi.
La Porta di tutte le Nazioni, riferita ai sudditi delle diverse nazioni che costituivano l’Impero, era una grande sala a forma di quadrato di circa 25 metri di lato, con quattro colonne e l’ingresso sulla parete occidentale.
Ci sono altre due porte, una a sud, che portava all’Apadana e l’altra si apriva su una lunga strada verso est.
La Porta incompiuta.
Rovine della Porta delle Nazioni
Capitello di colonna a forma di grifone (viale delle processioni)
Il Palazzo delle 100 colonne o anche Sala del Trono, ha una forma quadrata con lati di 70 metri: è il più grande dei palazzi di Persepoli. Sullo sfondo si nota la tomba di (probabilmente) Artaserse II.
Taureau (portico nord)
Palazzo Tachara, vicino all’Apadana.
Una delle colonne del Palazzo Apadana.
Figure di Medi e Persiani nel palazzo Apadana.
Figure simboliche che rappresentano la primavera (il leone) che sconfigge l’inverno (il toro).
Nel Palazzo dell’Apadana sono rappresentate tutte le popolazioni riunite da Dario sotto la Persia.
Altre popolazioni portano della capre a Dario.
Il Tachara, o Palazzo di Dario è così chiamato dall’iscrizione presente su un montante della sua porta sud.
Prendendo il nome dai suoi tre ingressi, il Tripylon o sala delle udienze di Serse, o Palazzo centrale, è un piccolo palazzo nel centro di Persepoli.
Particolare di un bassorilievo presente nel palazzo Tripylon.

 

 

300x250
Ti potrebbero piacere anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.