In questi giorni di riflessione, preoccupazione, dolore, speranza e al contempo di capacità di reagire, di riscoperta del senso civico, della solidarietà e della forza di essere compatti pur in una collettività disgregata, si levano molte voci di resilienza.Tra queste, il World Report Award, concorso internazionale di fotografia, promosso dal Festival della Fotografia Etica, col sostegno di Fujifilm Italia.

Riprendere le fila, o l’idea, di un’ordinaria confortante quotidianità attraverso la fotografia, è la sfida del Festival della Fotografia Etica che, con il suo cuore pulsante a Lodi, annuncia la nuova edizione del World Report Award, un concorso che ha saputo farsi notare e apprezzare a livello internazionale e che tratteggia da dieci anni “un grande affresco sulle storie del Pianeta, sui grandi cambiamenti e sulle vicende intime e personali.”

Questa decima edizione è promossa da Fujifilm Italia che scorge anche in questo tipo di iniziative una spinta alla risolutezza e alla voglia di ripresa. Fujifilm poi è da sempre in prima linea a rimarcare il valore della fotografia per la sua capacità di raccontare la collettività e la realtà che ci circonda, e a porre l’accento sulla forza evocativa e narrativa di un’immagine.

Il World Report Award chiama a raccolta fotografi, più o meno noti al grande pubblico, italiani e stranieri, professionisti e non del fotogiornalismo internazionale. Ogni lavoro fotografico presentato al concorso parla di comunità e di come ci sia una stretta correlazione, interconnessione e interdipendenza nella collettività esplorata. Il soggetto principe è l’uomo con le sue vicende pubbliche e private, le sue piccole e grandi storie e di conseguenza, i fenomeni sociali, i costumi, le civiltà, le grandi tragedie e le piccole gioie quotidiane, i cambiamenti e l’immutabilità.

La partecipazione al WRA non è solo un concorrere per premi in denaro e in attrezzature fotografiche, Fujifilm mette a disposizione dei vincitori le sue mirrorless di alta gamma, significa principalmente poter essere riconosciuti autori dei nostri tempi, da una giuria internazionale di esperti operanti nel settore. Nelle passate edizioni, il World Report Award ha svelato al grande pubblico Nanna Heitmann, Francesco Comello, Mariano Silletti, Romain Laurendeau. 

Il concorso prevede sei categorie in cui concorrere, ossia Master Award, Spot Light Award, Short Story Award, Student Award, Madre Terra Award, Single Shot Award

Il concorso si chiude il 4 maggio prossimo, l’invio tassativo dei file originali è fissato per il 5 giugno 2020. Tramite il sito del Festival della Fotografia Etica, il 18 giugno 2020 sarà data comunicazione dei finalisti, 10 per ogni categoria e 30 per il Single Shot Award, mentre la proclamazione dei vincitori avverrà il 3 settembre 2020.

I lavori premiati saranno poi presentati in mostra al Festival della Fotografia Etica.

Per scaricare il bando e leggere il regolament oclicca qui.

 

 

Di Panzeri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi