Come dimagrire e tenersi in forma dopo i cinquant’anni

Come ti è sembrato il post?

Avete più di cinquant’anni e qualche chilo di troppo? Vi guardate allo specchio e vi siete accorti di avere sì la tartaruga addominale, ma al contrario (con la pancetta sporgente). Niente di male, bastano alcune accortezze, utilissime ora che con le vacanze si può fare un po’ più di attività fisica. Non occorre iniziare una dieta, ma basta stare accorti su ciò che si mangia, perché il corpo, negli anni, subisce variazioni ormonali e metaboliche, lo stile di vita diventa più sedentario e la muscolatura tende a perdere tonicità. Ed è facile quindi accumulare qualche chilo di troppo e ritrovarsi in sovrappeso senza nemmeno accorgersene. Quindi, un po’ di esercizio fisico e un po’ di attenzione a ciò che si mangia (e si beve) sarà sufficiente per tornare in forma. Ecco allora qualche consiglio utile.

Attenzione ai carboidrati

Dopo i 50 anni l’organismo ha maggior difficoltà a metabolizzare i carboidrati. Ecco perché è importante limitare il consumo di pasta, patate, riso, dolci e prodotti farinacei in genere. Evitare anche gli snack da macchinetta e il cibo spazzatura perché, oltre ad essere prodotti a volte con olii saturi, sono ricchi di carboidrati e calorie superflue. E il pane? Devo dire che personalmente potrei rinunciare alla pasta ma al pane no. Anche in questo caso vale la regola della moderazione: non eliminarlo ma limitarne il consumo. Anche i legumi e i cereali possono essere consumati con moderazione. Per evitare di mangiare eccessivamente o in modo disordinato durante il giorno, è una buona abitudine quella di fare dei piccoli spuntini a base di frutta fresca o latticini magri.

Piano con le calorie

Oltre i cinquant’anni il corpo riduce gradualmente la capacità di bruciare e consumare le calorie. Diventa quindi importante tenere sotto controllo la quantità di cibo consumato giornalmente, riducendo i grassi, gli alcolici (vino, birra e soprattutto i super alcolici) e alimenti e bibite troppo zuccherate. Quindi non mangiamo e non beviamo più nulla? Assolutamente no, basta preferire il pesce, le carni bianche (pollo, maiale), i formaggi e i latticini magri e stagionati, le uova, la frutta e la verdura (meglio se di stagione e preferibilmente a chilometro zero o almeno prodotta in Italia) e i legumi. Ricordatevi di limitare al massimo l’uso di sale e burro (sempre meglio l’olio extravergine di oliva) e riducete condimenti e cibi fritti.

Se da un lato occorre ridurre le calorie, con l’aumento dell’età è utile aumentare l’assunzione quotidiana di proteine, fondamentali per accelerare il metabolismo e mantenere attivo il sistema immunitario. Infine, ricordatevi che per mantenere la pelle e il corpo perfettamente idratati, dovete bere almeno un litro di acqua al giorno. meglio se due litri.

© Marmi

Muoversi, muoversi, muoversi!

Il controllo su ciò che mangiamo però non è sufficiente, bisogna anche muoversi e fare un po’ di attività fisica per aumentare il consumo energetico. Ma muoversi e fare dell’attività fisica non è utile solo per mantenere la linea o per tenere tonico il nostro corpo. Uscire con gli amici, portare i nipoti al parco, fare lunghe passeggiate all’aria aperta con il partner o impegnarsi in qualche sport aerobico impediscono anche di perdere massa muscolare e aiutano a migliorare l’umore, e quindi a vivere meglio.

Buona passeggiata a tutti!

Per favore, segnalaci su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *