• Mer. Gen 27th, 2021

Immagina Oltre

Fotografia, Viaggi, Escursionismo e un po' di tecnologia utile

Armenia – Monastero di Khor Virap

DiPanzeri

Dic 24, 2020

Il Monastero di Khor Virap è  il più noto monumento storico-architettonico nella regione di Ararat, situato a 30 km a sud di Yerevan (la capitale dell’Armenia), nei pressi del confine con la Turchia. Da qui si può godere della vista del maestoso monte Ararat che è poco lontano dal fiume Araks. 

Il monastero è molto ricco non solo di storia ma anche di fede. Khor Virap fu costruito ad Artashat durante il regno degli Arshakidi. Prima del monastero sulla collina vi era un carcere. Negli anni’60 del IV secolo Artashat fu semi distrutto dagli invasori persiani.

L’ importanza del monastero è legata al fondatore del Cristianesimo in Armenia – Gregorio l’Illuminatore. La leggenda narra che Il re pagano Tiridate III tenne San Gregorio l’Illuminatore imprigionato per 12 anni in un pozzo (khor virap significa “pozzo profondo”) dove alcune donne cristiane gli portavano cibo in gran segreto. Il suo crimine era l’aver professato e diffuso il cristianesimo. San Gregorio l’Illuminatore fu liberato dal carcere per ordine della sorella del re Khosrovidukht che gli chiese, però, di guarire il sovrano da una grave malattia, malattia di cui era afflitto a seguito del rifiuto della vergine cristiana Hripsime di sposarlo. La sorella del re, infatti, aveva visto in sogno che solo l’intervento di Gregorio avrebbe guarito il Re.

Il sovrano gli fu talmente grato che si convertì al cristianesimo e San Gregorio, divenuto il primo Katholikos della chiesa armena, iniziò a costruire chiese sopra i templi pagani e ad insegnare la propria dottrina. Quindi, nel 301, grazie agli sforzi di S. Gregorio, l’Armenia fu il primo paese in tutto il mondo ad adottare il Cristianesimo come religione di Stato.

Gli edifici a livello della strada di Khor Virap sono stati ripetutamente ricostruiti fin dal VI secolo, mentre la chiesa principale, dedicata alla Santa Madre di Dio (Astvatsatsin) risale al XVII secolo. E’ possibile visitare il pozzo, profondo 6-7 metri, sopra il quale è stato costruito un edificio- la Chiesa di San Gregorio per proteggerlo dagli agenti atmosferici.

Khor Virap è un’importante meta di pellegrinaggi e spesso i fedeli vi giungono per ricevere il battesimo.Appena fuori dalle mura del monastero ci sono alcuni scavi nel sito di Artashat fondata nel II sec a.C. 

Il piccolo e il grande monte Ararat

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.