Il falò di Sant’Antonio è uno degli eventi più significativi dell’inverno lombardo, che celebra la figura di Sant’Antonio Abate e riecheggia antichi riti rurali in cui le campagne venivano illuminate da fiamme propiziatrici dei nuovi raccolti. Simbolicamente, il fuoco è elemento di purificazione e di rinnovo, dunque anche di buon auspicio per l’inizio del nuovo anno. E per il terzo anno consecutivo, Cascina Nosedo s’illumina con il tradizionale falò di Sant’Antonio.

Fin dal primo pomeriggio, gli arcieri medievali della Compagnia Bianca trasformeranno l’aia in un campo di tiro con l’arco per mostrare le diverse tecniche di tiro e far vedere da vicino come costruire tradizionalmente archi e frecce.

Per scaldarsi – aspettando le fiamme del falò – verranno insegnati balli popolari aperti a tutti e ci sarà possibilità di ristoro con vin brulè, tè caldo e panettone.

Al tramonto, gli arcieri accenderanno la pira scoccando frecce infuocate in abbigliamento tradizionale. Si proseguirà poi con balli popolari intorno al fuoco e bevande calde. Per saperne di più su questo evento organizzato dall’Associazione e la Cooperativa La Strada cliccate qui.

 

300x250
Ti potrebbero piacere anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.